COME RAGGIUNGERCI

 

stazione TRASTEVERE

FR1, FR3, FR5

 

Tram: 8, 3

 

Bus: 170, 719

 

 

CARROZZERIE | N.O.T

 

Via P. Castaldi 28/a

00153 Roma

-Ponte Testaccio-

 

mobile +39 347-1891714

 

mail carrozzerienot@gmail.com

INFORMAZIONI RISERVATE AI SOLI SOCI

INGRESSO CON TESSERA ASSOCIATIVA

MARIELLA CELIA

IL CORPO SAPIENTE

DAL MOVIMENTO SOMATICO ALLA PERFORMANCE

workshop rivolto a danzatori, attori e performers 

CHI E' MARIELLA CELIA?

Danzatrice, attrice, movement coach e autrice,  nel 2008 consegue la laurea presso l’Accademia Nazionale di danza di Roma (formazione di docenti in Discipline Coreutiche indirizzo Danza Contemporanea). Accanto agli studi accademici porta avanti un personale percorso di formazione in Europa, ricevendo anche una borsa di studio per il Festival Impulstanz di Vienna per due anni. 

Durante la sua ricerca degli ultimi anni incontra e fa esperienza di differenti approcci, tra cui  l’ Anatomia Esperenziale, l’Ideokinesi e l'Antiginnastica. Nel 2013 consegue il Master  LE ARTITERAPIE: METODI E TECNICHE D’INTERVENTO, presso la Facoltà di Scienze della Formazione, Università di Roma Tre. Attualmente frequenta programmi di formazione nel campo dell’educazione somatica basati sull’approccio Body-Mind Centering. Lavora in qualità di danzatrice/attrice con diversi coreografi e registi in Italia e all’estero tra cui: Emma Dante, Raffaella Giordano,  Giorgio Rossi,  Mario Martone, Stefano Mazzotta, Emanuele Sciannamea (Compagnia Zerogrammi), Oretta Bizzarri, Patrizia Cavola (Compagnia Atacama), Ismael Ivo (Brasile),  Modjgan Hashemian (Berlino), Vimprodanco, Vienna Improvisation Dance Company, Luca Silvestrini (UK), Compagnia gruppo E-motion, Compagnia Aleph. Dal 2008 al 2011 vive e lavora a Berlino dove collabora con artisti di diverse discipline esplorando possibilità di relazione tra danza, arti visive e Free Jazz.  Dal 2012 è Artista associato Sosta Palmizi, per due anni è assistente di Giorgio Rossi in seminari e creazioni in Italia e in Francia. Insieme al maestro Rossi firma le coreografie di "Cielo di marzo", per il corpo di ballo del Teatro dell'Opera di Roma. Nel 2014 debutta "Sleep elevation", uno spettacolo di Teatro e Danza di cui è regista e coreografa. Dal 2016 collabora come docente esterno con Il Centro Internazionale di Psicologia e Psicoterapia Strategica di Salerno (Cipps) e con La Scuola di Psicoterapia Strategico Intergrata di Roma (Scupsis). Attualmente è orientata nella cura dei movimenti scenici di spettacoli teatrali e nell'indagine sul corpo dell'attore.

Il gruppo di lavoro sarà a numero chiuso e su selezione dei partecipanti. Per candidarsi è necessario inviare CV e foto entro e non oltre il 30 maggio 2019.

Affinare la propria capacità espressiva vuol dire non poter prescindere da un’accurata percezione di sé e sviluppare un'attenzione sensibile e cosciente al corpo che noi siamo. E' con il corpo, come complesso capace di produrre, scambiare segni ed esprimere significati, come organizzatore di comunicazione, luogo di vissuti ed emozioni, corpo sapiente, acuto, capace di conoscenza, che ciascuno di noi può riconoscere e manifestare onestamente la propria unicità. 
Attraverso elementi di Body-Mind Centering, Ideokinesi, Danza contemporanea e Improvvisazione, il workshop si propone di risvegliare e affinare questa sapienza corporea, individualmente e in relazione agli altri.

L’attenzione è sempre rivolta a nutrire presenza e consapevolezza nel corpo/mente, concepito come un tutto. Indagheremo le connessioni interne che sostengono e rendono agile e abile il movimento e l’azione. L’ interno diviene luogo percepito, conosciuto, riconosciuto, esplorato nella sua struttura e mobilità, per poi attivare un’efficace, vispa, sorprendente e autentica comunicazione con lo spazio e gli altri. Il sostegno e il movimento dei principali sistemi corporei (scheletro, legamenti, muscoli, organi, ghiandole endocrine, nervi e fluidi) e l’organizzazione dei primissimi pattern (schemi) evolutivi sono le fondamenta del nostro modo di muoverci, dalle semplici attività della vita quotidiana fino ai più complessi movimenti del danzatore. Il lavoro si basa su questi elementi fondamentali per arricchire il repertorio di possibilità espressive di ognuno, lasciare andare schemi di movimento non più utili, trovare nuovi supporti alla creatività e nutrire la complessità delle relazioni senso-motorie, che si traducono nelle espressioni, azioni e pensieri con cui ci esprimiamo nel mondo.

Adatto a chi desidera riscoprirsi, trovare nuove risorse e sostegni a partire da sé, sviluppando un linguaggio ricco e personale, prezioso percorso integrativo nella pratica di attori, danzatori e performer professionisti.