SOTTERRANEO

feat Woody Neri

SHAKESPEAROLOGY

un'intervista impossibile a William Shakeaspeare

23|24|25 ottobre
ven.sab. h 21 /dom h 17.30

 

presso Spazio Rossellini

progetto presentato

in collaborazione con:

*PREMESSA*
Ripartiamo da qui: il giorno prima della chiusura dei teatri sarebbe dovuto andare in scena SHAKESPEAROLOGY di Sotterraneo con Woody Neri due repliche a Carrozzerie_n.o.t e due repliche allo Spazio Rossellini. Eravamo pronti. Era già tutto pieno. E dopo ... è successo quello che sapete.
E allora ricominciamo a dire delle cose.
Abbiamo deciso con Spazio Rossellini di riprendere i fili spezzati (ri)portando a Roma il lavoro della compagnia Sotterraneo e di arricchire questo ritorno con un workshop di quattro giorni tenuto da Woody Neri a Carrozzerie

concept e regia Sotterraneo
con Woody Neri
scrittura Daniele Villa
luci Marco Santambrogio
costumi Laura Dondoli
sound design Mattia Tuliozi
prodotto da Sotterraneo
sostegno Regione Toscana, Mibact
residenze artistiche Centrale Fies_art work space, CapoTrave/Kilowatt, Tram – Attodue, Associazione Teatrale Pistoiese

Dice Jerome Salinger: “𝑄𝑢𝑒𝑙𝑙𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑚𝑖 𝑙𝑎𝑠𝑐𝑖𝑎𝑛𝑜 𝑝𝑟𝑜𝑝𝑟𝑖𝑜 𝑠𝑒𝑛𝑧𝑎 fi𝑎𝑡𝑜 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑖 𝑙𝑖𝑏𝑟𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑞𝑢𝑎𝑛𝑑𝑜 𝑙𝑖 ℎ𝑎𝑖 fi𝑛𝑖𝑡𝑖 𝑑𝑖 𝑙𝑒𝑔𝑔𝑒𝑟𝑒 𝑣𝑜𝑟𝑟𝑒𝑠𝑡𝑖 𝑐ℎ𝑒 𝑙’𝑎𝑢𝑡𝑜𝑟𝑒 𝑓𝑜𝑠𝑠𝑒 𝑢𝑛 𝑡𝑢𝑜 𝑎𝑚𝑖𝑐𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑙𝑎 𝑝𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑒 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑟𝑙𝑜 𝑐ℎ𝑖𝑎𝑚𝑎𝑟𝑒 𝑎𝑙 𝑡𝑒𝑙𝑒𝑓𝑜𝑛𝑜”.
È da un po’ di tempo che volevamo usare il teatro come quella famosa telefonata, per incontrare Sir William Shakespeare in carne-e-ossa e fare due chiacchiere con lui sulla sua biografia, su cosa è stato fatto delle sue opere, su più di 400 anni della sua storia post-mortem dentro e fuori dalla scena – come se accompagnassimo Van Gogh al Van Gogh Museum o Dante in mezzo ai turisti che visitano la sua abitazione fiorentina.
Partiamo dall’immaginario collettivo per parlare con Shakespeare. Certo, non sarà il vero, autentico, originario William Shakespeare, ma se riusciamo a incontrare anche uno solo dei possibili Shakespeare, forse l’esperimento potrà dirsi riuscito.
Shakespearology è un one-man-show, una biografia, un catalogo di materiali shakespeariani più o meno pop, un pezzo teatrale ibrido che dà voce al Bardo in persona e cerca di rovesciare i ruoli abituali: dopo secoli passati a interrogare la sua vita e le sue opere, finalmente è lui che dice la sua, interrogando il pubblico del nostro tempo.

CHI E' SOTTERRANEO?

Sotterraneo si forma a Firenze nel 2005 come gruppo di ricerca composto da un nucleo autoriale fisso cui si affianca un cluster di collaboratori che variano a seconda dei progetti. Ogni lavoro del gruppo è una sonda lanciata a indagare le possibilità linguistiche del teatro, luogo a un tempo fisico e intellettuale, antico e irrimediabilmente contemporaneo. Con opere trasversali e stratificate nella ricerca su forme e contenuti, Sotterraneo si muove attraverso i formati – dallo spettacolo frontale al site-specific passando per la performance – focalizzando le contraddizioni e i coni d’ombra del presente, secondo un approccio avant-pop che cerca di cantare il nostro tempo rimanendo in equilibrio fra l’immaginario collettivo e il pensiero più anticonvenzionale, considerando la scena un luogo di cittadinanza e gesti quotidiani di cultura che allenano la coscienza critica del pubblico, destinatario e centro di senso di ogni nostro progetto.

CHI E' WOODY NERI?

Attore, regista e cantante, nasce nel 1979 a Pescia. Si forma alla Scuola di Teatro di Bologna“ Alessandra Galante Garrone”. Premio Hystrio alla Vocazione 2005, contribuisce alla sua formazione la “Nouvelle École Des Maîtres” condotta da Matthew Lenton. Lavora come attore a fianco di Gabriele Lavia, Umberto Orsini, Glauco Mauri, Roberto Sturno, Jurij Ferrini, Franco Branciaroli, Alessandro Preziosi, e negli spettacoli di Andrea Baracco, Nanni Garella, Roberto Valerio, Claudio Autelli, Tonino Conte, Pete Brooks/Imitatingthe Dog, TrentoSpettacoli, Giuseppe Isgrò/Phoebe Zeitgeist, Angius/Festa, Pablo Solari, Sotterraneo. Col progetto artistico VANACLU’ realizza “GabbiaNo; ovvero: De l’amar per noja” tratto da “Il gabbiano” di Anton Čechov. Spettacoli recenti: LO STRANIERO – UN FUNERALE, da Albert Camus, regia Renzo Martinelli; SHAKESPEAROLOGY, spettacolo di Sotterraneo; ITACA PER SEMPRE, di Luigi Malerba, regia Andrea Baracco. L'INDIFFERENZA, di Pablo Solari, H/IL CAMPIONE DEL MONDO – SETTE ROUND CON ERNEST HEMINGWAY, regia Stefano Cordella; ELIA KAZAN – CONFESSIONE AMERICANA, di Matteo Luoni, regia Pablo Solari, debutto alla Biennale di Venezia 2020.

COME RAGGIUNGERCI

 

stazione TRASTEVERE

FR1, FR3, FR5

 

Tram: 8, 3

 

Bus: 170, 719

 

 

CARROZZERIE | N.O.T

 

Via P. Castaldi 28/a

00153 Roma

-Ponte Testaccio-

 

mobile +39 347-1891714

 

mail carrozzerienot@gmail.com

INFORMAZIONI RISERVATE AI SOLI SOCI

INGRESSO CON TESSERA ASSOCIATIVA