MARTA OLIVIERI

LE ALONICHE (studio)

18|19 novembre

h 20.00

progetto realizzato in collaborazione con

completoColori.jpg
Photographer Pat Martin on the special glow of the California sun.jpg

Le Aloniche è un racconto che scrivo nel 2021 e che nasce da una di ricerca corporea che rende oggetto di studio l’alone che emana il corpo nello spostamento e nella relazione. 

L'alone è una sfasatura. 

In questo primo studio la colatura e l’ispessimento procedono in un quotidiano mortifero e senza visione dove ci troviamo affogati da informazioni e sollecitazioni che non sappiamo più dove mettere, mentre tutto continua a procedere. 

CHI È MARTA OLIVIERI?

Si forma presso Formazione Bartolomei. Frequenta i corsi Modem presso Scenario Pubblico. Nel 2015 incontra Marta Ciappina, con la quale inizia un percorso assiduo di studio. Incontra  inoltre: Matej Kejzar, Martin Kilvady, Michelle Debrulle, David Hernandez, Giovanni Scarcella, Juliana Neves , Alessandra Cristiani, Elena Giannotti, Yuji Cristaldi, Roberta Mosca, Michele Rizzo, Cinzia Delorenzi, Renate Graziadei, Elio Gervasi, Annamaria Ajmone, Cristiana Morganti, Kenji Takagi, Federica Santoro, Giorgio Vasta. Nel 2018 si diploma come Somatic Movement Educator (SME) all’interno del programma di formazione Body-Mind Centering® e conduce dallo stesso anno laboratori di ricerca somatica e compositiva presso Scenario Pubblico. Collabora come interprete per DOM- , ha lavorato inoltre con Riccardo Guratti e Michele Rizzo.  Dal 2019 partecipa al progetto Roma Non Esiste (DOM-). Dal 2020 collabora con ATI Suffix, collettivo di architetti, artisti, filosofi e ricercatori con base a Roma, e con Roberta Mansueto | takecare. Tra il 2020 e ill 2021 collabora alle pubblicazioni di Studio Concreto e Takecare, Fondazione Barruchello e Robida Magazine.  Nel 2021 partecipa alla prima residenza di Bocche Sorelle.  Sempre nel 2021 viene selezionata per partecipare al progetto Ricerca X -Research and Dramaturgy, piattaforma per lo sviluppo e il sostegno della ricerca artistica e della drammaturgia nel campo della coreografia e della performance.

E’ autrice di Trespass_ processing an emerging choreography presentato nelle sue diverse apparizioni presso Carrozzerie n.o.t, C.osmos, Ada Project, Spazio Materia, Stazione Topolò, Mercurio Festival, Spazio Kor, Spazio Mensa. 

_

35A_0077 copia.jpg