COME RAGGIUNGERCI

 

stazione TRASTEVERE

FR1, FR3, FR5

 

Tram: 8, 3

 

Bus: 170, 719

 

 

CARROZZERIE | N.O.T

 

Via P. Castaldi 28/a

00153 Roma

-Ponte Testaccio-

 

mobile +39 347-1891714

 

mail carrozzerienot@gmail.com

INFORMAZIONI RISERVATE AI SOLI SOCI

INGRESSO CON TESSERA ASSOCIATIVA

I NOT

ADRIANO MAINOLFI

laboratorio permanente di guerrila performance

è un laboratorio performativo, rivolto a chi vuole mettersi in discussione, a chi vuole essere autore di se stesso, a chi vuole scavarsi-scovarsi, a chi preferisce il meno al più .

 

il laboratorio è un momento d’indagine e di espressione scenica che avrà luogo sia nel contesto di carrozzerie n.o.t che in spazi urbani della città e non.

 

Si punterà sul respiro, sull’ascolto, sul corpo come mezzo scenico nello spazio, su partiture vocali e corporee, su quadri scenici, sullo stare e il non stare, sulla drammaturgia come parola-corpo-segni nello spazio.

 

I NOT  è un momento di in-contro dove parlerà l’oggettività della scena e non parole come: metodo-scuola

CHI E' ADRIANO MAINOLFI?   

Si forma negli studi scenici attraverso la scelta di laboratori condotti da persolità della scena contemporanea come Cesare Ronconi, Chiara Guidi, Roberto Latini, Daria Deflorian,  Ilaria Drago, Giancarlo Sepe, Julia Varley ed approfondisce inoltre la danza balinese con Cristina Wistari Formaggia e la danza sensibile con Claude Coldy , Cristina Martinelli e Carlotta Basurto.

Conduce studi dedicati all'elemento della maschera (balinese e nella commedia dell’arte) con Claudio De Maglio e Tapa Sudana.

Come attore e performer lavora,  tra  gli  altri,  con  i  Motus (mucchio misto, Angelo Mai),  Babilonia Teatri (Santarcangelo 40), Pippo Di Marca, Giancarlo Nanni, Maurizio Panici, Gianluca Riggi. Parallelamente conclude gli studi accademici in  Drammaturgia Teatrale presso l’Università di Roma Tre presentando una tesi di laurea dal titolo “L’androginia scenica”.

Ritiene che la sua formazione si sia compiuta attraversola visione di alcuni spettacoli, poiché la scena e il saper ascoltare, hanno la stessa se non in alcuni casi anche una maggior valenza di uno studio puramente teorico.

Caratterizzato da una grande curiosità, indaga, scava, rigetta, metabolizza e si immerge parallelamente nella creazione di performance e nell'ambito della musica e della poesia, senza limiti di genere.